Contatti

Email: crilastri@gmail.com

Facebook fan page: www.facebook.com/cristinalastri.semidipoesie

Contatto facebook: www.facebook.com/cristina.lastri

linea

Si fa presto a dire autopresentazione...
La mia riservatezza mi imporrebbe di essere ermetica, la mia quota “fanciullina” mi suggerisce invece di ruzzarci su, mentre la parte yang vuole forse prevalere sulla yin giocando allo scoperto... Mah!...
Allora ho prestato ascolto alle diverse io con le quali coabito e sono venute fuori delle brevi ri-scritture dalle variegate connotazioni:


Poi, per chi vuole andare oltre, può scaricare quella aggiornata:

CV artistico-letterario


linea

IO

Autopresentazione ludico-creativa

Scrivere è sempre nascondere qualche cosa in modo che poi venga scoperto. Italo Calvino
fotoritratto

A affetto/amicizia/amore/arte/aura/ascolto
B bella nell'anima
C calore/colori/coraggio/corpo
D donna/dubbio/duttile
E essenza/essere/educazione/evoluzione
F fremito fugace/figlia
G gentile groviglio/ giocare
H h ... come lettera muta, che mutua
I ilare/ironica
J jamming
K kisseneimporta
L liberamente/lentezza/luna
M mamma/mente/musica/mood/mistero
N natura/nonsense
O occhi/occhiali/orecchini
P poesia/parole/pensieri/purezza
Q qualità/quiete/quaderni
R ridere/rimuovere/raccontare
S scrittura/se.../silenzio/scoperta/spiritualità
T tolleranza/tenerezza/trascendenza
U unione/umanità
V voce/verità/viaggiare
W why?
X x caso//xdersi
Y yin/yang
Z zen



linea

ES

Autopresentazione poetica-ermetica

Scrivere è prendere l'impronta dell'anima. Multatuli
fotoritratto

DUE ACROSTICI


Cercarsi, a volte
Ritrovarsi...poi
Inesorabilmente
Smarrirsi da sola.
Temere ancora
Infinite strade
Non ancora battute.
Altalenante, avanzo.


Dentro di te
Onde oceaniche
Neve in novilunio
Nuvole di nebbia
Azzurrità dell'aura.


linea

SUPER IO

Autopresentazione narrativa-esplicativa

Il poeta non rappresenta la realtà e non persegue nemmeno la conoscenza o la verità dell'essere, perché esso non fa altro che inseguire i propri sogni. H.Hugo Von
fotoritratto

Nasco d'estate, a ridosso degli anni sessanta e all'ombra della torre pendente, vicino al Prato dei Miracoli, a Pisa.
Certi luoghi impregnati di bellezza, mi hanno richiamato presto alle origini (studio a Firenze ma preferisco i lungarni natii), spesso ispirandomi nelle passeggiate cittadine tra piazze, strade e vicoli; da figlia e sorella passo allo status di moglie-madrelavoratrice con tutto il carico emotivo che ne consegue. Intanto mi facevano compagnia buone letture (sono diventata lettrice da adulta) e dopo la laurea in scienze motorie, conseguita con i miei tempi, riesco a crescere una figlia e ad entrare, dopo un lungo precariato, nella scuola primaria. Erano gli anni dove lo spazio personale era un po' ridotto ma, successivamente, cominciai ad apprezzatare l'essere più che l'avere e oltre all'esperienza educativa, ho ritrovato un'altra passione che mi segnò fin dai tempi delle medie-superiori: la scrittura. Sui banchi di scuola infatti il momento del tema in classe era sacro, le interrogazioni alla cattedra una tortura psicologica.
La sete di conoscenza, di bellezza, mi ha permesso nel corso degli anni di emergere da una sorta di eremitaggio introspettivo e di rivolgere lo sguardo oltre, verso un fuori da sé, con uno spirito da cercatore che insegue i propri sogni tra cielo e terra. Ho provato “a non accontentarmi dell'orizzonte, cercando l'infinito” come suggerisce Jim Morrison, armata di carta e penna.
Grazie alle parole sento che posso viaggiare nello spazio e nel tempo, sentirmi libera di stare o no nei confini, per questo decido di coltivare ed approfondire l'arte della parola scritta seguendo diversi percorsi di genere: narrativa, poesia, autobiografia, drammaturgia. Considero lo scrivere quasi un dono, una maniera congeniale di esprimermi (anche perchè ascolto molto e parlo poco) che fino ad ora ho esternato con racconti brevi, poesie e articoli tematici.
Progressivamente mi sono affacciata a sporadici concorsi letterari, vari readings e pubblicato collettivamente alcuni lavori, presenti anche in riviste letterarie e siti online.
Dal 2009 ho iniziato a pubblicare singolarmente raccolte poetiche.
Da qualche anno affianco alla scrittura l'attività di lettura (sono volontaria LaAV) e di teatro; collaboro e sconfino dalla pagina al web, con mutue collaborazioni insieme ad amici artisti nel campo della pittura, scultura e fotografia.